notizie

Home - Notizie

11 Novembre 2016 - Cosa ci rivelano i cassonetti dell'immondizia?

Gli Hacker potrebbero estrarre dati riservati da una rete aziendale senza bisogno di alcun computer e senza nemmeno averci a che fare. Come?
Rovistando nei cassonetti delle immondizie situati nei pressi della stessa. Chi recupera dei documenti da un cassonetto dell’immondizia non commette un’attività illegale (al limite lo fa quando li utilizza per uno scopo illecito) perché i documenti sono volutamente abbandonati gettandoli. Questa attività spesso rientra anche nello spionaggio industriale, nella concorrenza sleale, nel furto di informazioni o nelle semplici informazioni commerciali. I dati che possono essere recuperati sono quelli relativi a fatture, documenti dell’amministratore di rete, curriculum vitae, estratti dei conti correnti bancari, documenti contabili, elenco clienti e fornitori, ordini di acquisto, e chi più ne ha più ne metta.

E la vostra azienda come cestina i documenti?
Per evitare di far cadere i vostri dati aziendali in mani pericolose è necessario:
-Comprendere l’importanza dello smaltimento dei rifiuti
-Frantumare, e non in modo generico ma in modo trasversale, i documenti da gettare
-Diffondere questa sensibilità a tutti i dipendenti

Se siete responsabili della sicurezza della vostra azienda fate periodicamente ispezioni nei cestini dei rifiuti dei dipendenti e dei cassonetti all’esterno dell’azienda. E’ meglio che siate prima voi di altri a trovare documenti sensibili che vi riguardano.

Per un servizio di smaltimento documenti sensibili contatta Scanferla e visita la sezione