notizie

Home - Notizie

22 Marzo 2016 - Agevolazioni fiscali prolungate fino a Dicembre 2016

Le agevolazione fiscali delle spese effettuate per gli interventi di ristrutturazione edilizia rimangono invariate per tutto il 2016.
Il provvedimento è stato prorogato più volte a partire dall'estate 2012 prolungando così i benefici fiscali per coloro che intendono effettuare lavori di ristrutturazione presso un edificio aziendale o la propria unità abitativa.
La legge di stabilità approvata lo scorso dicembre 2015 prevede la possibilità di usufruire della detrazione IRPEF  del 50% con una spesa massima pari a 96.000 euro per unità immobiliare fino al 31 dicembre 2016. Il decreto legge n. 83/2012 decadrà a partire dal 2017, riducendo notevolmente il valore dell'agevolazione al 36% e dimezzando l'ammontare delle spese detraibili.

La detrazione fiscale riguarda non solo l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici a basso consumo energetico, ma anche di interventi su costruzioni edilizie come la bonifica dall'amianto e l'esecuzione di opere volte ad evitare gli infortuni domestici; ciò significa che è intesa anche la semplice riparazione di impianti insicuri realizzati su immobili, per esempio l'installazione di apparecchi di rilevazione di presenza di gas inerti, il montaggio di vetri anti-infortunio o l'installazione del corrimano.
L'Agenzia delle Entrate definisce in modo chiaro quali siano le condizioni per usufruire del beneficio fiscale: è possibile infatti detrarre dall'Irpef (l'imposta sul reddito delle persone fisiche) una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali e le spese devono essere dichiarate per mezzo di bonifici.

Quando gli interventi di ristrutturazione sono realizzati su immobili residenziali adibiti promiscuamente all'esercizio di un'attività commerciale, dell'arte o della professione, la detrazione spetta nella misura ridotta del 50%. Invece per quel che concerne le misure antisismiche in zone ad alta pericolosità, la legge di stabilità 2016 riconosce un'agevolazione maggiore (pari al 65%) a tutti coloro che effettuano una ristrutturazione su edifici siti in zone sismiche.

Il 2016 si rivela quindi un periodo conveniente per quel che riguarda gli interventi di riassetto e rinnovo edilizio.