notizie

Home - Notizie

01 Aprile 2016 - Bonifica di amianto: le diverse tipologie

La bonifica dell'amianto, indispensabile per riqualificare un edificio e mettere in sicurezza la salute dei suoi abitanti, può essere eseguita in tre modi distinti:

- Rimozione dell'amianto: si tratta della procedura di completa eliminazione fisica della parte contenente amianto, con suo successivo trasporto e smaltimento in area dedicata.

- Incapsulamento amianto: con questa tecnica l'amianto viene lasciato dov'è, ricoprendolo con un'apposita sostanza impregnante che ne 'fissa' le fibre, per garantire che queste non vengano rilasciate nell'aria.

- Confinamento: con questo termine si intende l'isolamento della zona con presenza di amianto attraverso delle barriere di confine, per impedire alle persone di venirne a contatto.

Tra le tre metodologie utilizzate, la più diffusa ed efficace è senz'altro la rimozione dell'amianto: rimuovere l'eternit o l'asbesto laddove presente e destinarlo a smaltimento è senz'altro il modo più sicuro per affrontare il problema, eliminandone la fonte. Al secondo posto, l'incapsulamento amianto è un'altra tecnica che si sta diffondendo sempre di più, soprattutto grazie ai costi più contenuti rispetto alla completa rimozione: tuttavia, necessita di controlli periodici, per evitare che la pellicola incapsulante perda di efficacia con il tempo.

Scanferla Servizi Ecologici offre servizi di bonifica di amianto sia attraverso la sua rimozione, sia utilizzando l'incapsulamento: per maggiori informazioni o preventivi contattaci.